CASTAGNE DEL PRETE

Il consumo della castagna è diffuso soprattutto nelle zone interne dell’Italia, lungo le aree appenniniche, storicamente luoghi di stenti e di fatiche e “…dove il pan è di castagna/ e dove il vino è di fontana chiara…”, come scrisse un Autore ignoto della fine del Cinquecento. In Irpinia, anticamente e per il periodo natalizio, si preparavano le Castagne del prete. In locali adatti, le castagne fresche sono disposte su graticci di legno, al di sotto dei quali si accendono fuochi per diversi giorni.

 

Una volta che son secche, le castagne vengono poi tostate al forno, e infine immerse in recipienti pieni di acqua e vino. Spesso erano le castagne mosce o tenerelle, quelle considerate mal riuscite, che erano messe da parte per diventare Castagne del prete. Oggi invece si preparano di proposito, poiché sono assai richieste dal mercato, essendo molto saporite e zuccherine, oltre che conservabili per diversi mesi.

Info nutrizionali

Valori indicativi per 100 gr di gelato

GRASSI (g) 7,5
di cui saturi (g) 2,4

CARBOIDRATI 22,0
di cui zuccheri (g) 16,4

PROTEINE (g) 5,6

FIBRE (g) 5,6

VAL. ENERG (kcal) 180

Ingredienti

• LATTE FRESCO
• ZUCCHERO
• PANNA FRESCA
• PASSITO DI PANTELLERIA
• TUORLO D’UOVO
• DESTROSIO
• MALTODESTRINE
• LATTE MAGRO IN POLVERE
• FIBRE E PROTEINE VEGETALI
• FECOLA DI MARANTA
• BAOBAB
• KUDZU
 

Seguici su Instagram