COCCO

Dagli innumerevoli impieghi, il cocco è la versione vegetale del maiale; ma con una marcia in più, considerandone le qualità benefiche per la salute. Le sue virtù economiche e salutari, spiegano l’importanza e diffusione del cocco in tutte le regioni equatoriali, e la sua fortuna nel resto del mondo. In pasticceria il cocco è entrato agli inizi del Novecento con quelli che Ada Boni chiamò “bonbons” alla noce di cocco.

 

Poi, sempre secondo la Boni, “un gustoso gelato può essere facilmente preparato nelle consuete macchinette casalinghe.” Il migliore gelato al cocco è quello che più fedelmente ne rispetta la natura, trattando artigianalmente una materia di per sé già pronta al nome di gelato. Ma il cocco è anche una lancetta del tempo che passa: chi ricorda più i venditori nelle spiagge italiane che andavano su e giù per chilometri con delle ceste pesantissime e che gridavano “coccooo, cocco frescoooo”?

Info nutrizionali

Valori indicativi per 100 gr di gelato

GRASSI (g) 8,2
di cui saturi (g) 4,7

CARBOIDRATI 22,5
di cui zuccheri (g) 16,6

di cui lattosio (g) 4,9

PROTEINE (g) 4,0

VAL. ENERG (kcal) 180

Ingredienti

• LATTE FRESCO
• ZUCCHERO
• PANNA FRESCA
• DESTROSIO
• SCIROPPO DI GLUCOSIO
• LATTE MAGRO IN POLVERE
• FIBRE E PROTEINE VEGETALI
• FECOLA DI MARANTA

• POLPA DI BAOBAB

• SALE

 

Seguici su Instagram