LATTEMENTA

Alla fine degli anni Settanta era abitudine nei bar ordinare del latte freddo con una correzione di sciroppo di menta. Il latte c’è sempre stato e la menta pure. Perché dunque la loro combinazione risulta inspiegabilmente insolita? Sebbene la menta sia presente da sempre negli erbari della medicina classica, la sua coltivazione commerciale si è avuta solo nel diciottesimo secolo in Inghilterra, e a dispetto di quanto si dice della loro cucina, dobbiamo agli Inglesi la combinazione della menta con il cioccolato.

 

È probabile, tuttavia, che un’idea semplice e perfetta quale l’accoppiata di latte e menta, provenga dall’ossessione americana per i cocktail. E non per niente l’America è il continente dove la menta è maggiormente coltivata. In gelateria, se unita a un fiordilatte ottimo e cremoso, la menta gli assicura un gusto più sfuggente e interessante, che fa apparire curioso il sapore abituale del latte. Ed è proprio la consistenza cremosa, caratteristica del latte, a rivelare in modo più efficace la vivacità della menta.

Info nutrizionali

Valori indicativi per 100 gr di gelato

GRASSI (g) 7,5
di cui saturi (g) 4,8

CARBOIDRATI + FIBRE 21,8
di cui zuccheri (g) 20,4
di cui zuccheri aggiunti (g) 15,0

PROTEINE (g) 4,4

VAL. ENERG (kcal) 170

Ingredienti

• LATTE FRESCO
• ZUCCHERO
• PANNA FRESCA
• DESTROSIO
• LATTE MAGRO IN POLVERE
• FIBRE E PROTEINE VEGETALI
• MALTODESTRINE
• MENTA ROMANA

• POLPA DI BAOBAB

 

Seguici su Instagram